RIVISTA LA ROMA. L’intervista: Alessandro DI CARLO

“Tra Guantoni e Papillon” di Alberto

«Vorrei iniziare con una citazione del grande Alberto Sordi perché quelle sue parole mi hanno illuminato» – comincia così l’intervista più surreale della mia vita che durerà tre ore perché interrotta continuamente da personaggi incredibili e caratterizzata da una location a confronto della quale l’edicola di Fiorello è roba da dilettanti – «Se fai una cosa che ti piace, ti criticano, se fai una cosa che non ti piace, ti criticano ugualmente. Allora è meglio fare una cosa che ti piace». «Giusto – rispondo io – ma perché mi dici questo?» «Perché pensavo alla vita, durante la quale devi comunque percorrere un cammino. Perché scegliere una strada piena di buche e serci dove ti puoi far male? Scegline una che almeno ti piace. Tanto comunque dovrai farne di strada». La metafora è chiara, e proviamo a tradurla così: «Se proprio devi far qualcosa, fai qualcosa che ti piace. Ti sembrerà tutto meno pesante».

Alessandro Di Carlo è esilarante. È uno tsunami di parole, pensieri e riflessioni che attraverso la sua enorme spontaneità finiscono per travolgerti grazie a una filosofia che parte dal basso, dalla realtà vera, perché quello che Alessandro ha avuto dalla vita se lo è tutto, ma proprio tutto, guadagnato da solo. Per questo la sua logica è tanto semplice quanto sincera e inoppugnabile come le poesie di Trilussa.

L’intervista si svolge seduti al tavolo di un bar dove ogni tanto entra qualcuno che saluta Alessandro, dice la sua incurante del lavoro del cronista, e narra spezzoni di vita che sarebbero linfa vitale per qualsiasi regista discepolo del neorealismo italiano. «Stamo come stamo perché semo come semo» ripete spesso il protagonista di questo colloquio, per evidenziare il fatto che tutto quello che accade è sempre la logica conseguenza del nostro modo di essere.

(…)

 


Per leggere il resto dall’articolo, corri in edicola… Oppure acquista ONLINE la rivista e ricevila a casa senza costi aggiuntivi. Perché… chi ama la , legge LA !!!


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *