COLPI DI TACCO di Mario BIANCHINI

James , “uno di noi”

Diciamola tutta con il cuore in mano. James non era mai riuscito ad entrare nel cuore della gente.

Si avvertiva sottotraccia l’assenza di un feeling mai sbocciato fra tifosi e presidente .

Le vie della Verità , però, sono infinite.

Si va profilando uno scenario dal sapore pirandelliano, custodito in petto, esploso per un MALCON qualunque.

il pòopolo giallorosso e James , si sono trovati a braccetto sul terreno comune dell’orgoglio verso chi ha osato alzare un dito contro la Città Eterna.

E’ la forza di albergante ovunque.

La scintilla scattata a Boston è stata più veloce della mail. Ha toccatato cuori, onesti sentimenti, rettitudini finendo la corsa in Curva Sud sepolta dai consensi.

Come una grande piazza a spettacolo finito, essa accoglieva gli ultimi coriandoli forgiati ad aeroplanino a disturbare i sogni del “piccolo ” presidente blaugrana Josep Maria Bartomeu.

“Accetto le scuse del Barca, solo se ci venderanno Messi”

Sic et sempliciter, con no chalange , borbottava Palllotta alla stregua di una pratica qualunque.

Bravo presidente , hai risposto da verso romanista. Così si parla a chi immaginava di non dover mai udire certi discorsi dalla ” pleba”: Oggi i giallorossi, saliti di rango, si sono sentiti vicini a Mr, James.

Lo hanno sentito amico, fratello , deciso a sferrare addirittura l’attacco al giocatore più bavo al mondo, forte non di parole da nel ricordo della fresca serata champions quando gli uomini di Di Francesco sbatterono fuori il Barca.

Un piccolo capolavoro di sinergie giallorosse.

Un giorno da ricordare con il cerchietto sul calendario

Hai capito il mister president ?

Dubitavavano che fosse giunto a solo per far collezioni di introiti e plusvalenze.

Nel momento della verità,quando è stato offeso il buon nome della c apitale del mondo ha alzato il tiro, ha fatto pesare il grado di parità: “Accetto le scuse del Barca, soltanto se ci cederà Messi” .

Di colpo è volato via il capellone del Campionato in cui spesso sono racchiuse solo chiacchiere e pettegolezzi.

Barca siamo alla pari. Dateci Messi e sarete perdonati.

Il popolo esulta: Avete visto come gliel’ha allentata il presidente.?

A prescindere dalla diplomazia che finirà per ristabilire i rapporti di buon vicinato, rimane il gesto ammonitore. Esso dice chiaro e forte: “James , uno di noi” !



Segui il nostro ‘blogger giallorosso’ Mario sul suo sito personale…
CLICCA QUI!!! 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *