Il no di DDR e i ruoli di Totti e Baldini

(CORRIERE DELLA SERA) Daniele  ha sempre amato la sintesi e non ha cambiato modo parlando del suo futuro. Le parole “io” e “loro” sono una netta spaccatura riferendosi a Pallotta e .

Per mettere in difficoltà Daniele c’era una strada da percorrere: proporgli di diventare allenatore, non da subito della prima squadra, ma dalle giovanili con una prospettiva chiara. Offrire il ruolo da dirigente era la chiara via per il no e le parole di Fienga, indirizzate o meno, rischiano di far aprire un altro fronte sanguinoso a Trigoria.

Poche settimane fa  aveva chiesto più potere, ma dalle parole dell’ad sembra che quello pronto per un ruolo operativo fosse . Quindi la domanda sorge spontanea: quale futuro ci potrà essere nella di Pallotta e  per ?

Un pensiero riguardo “Il no di DDR e i ruoli di Totti e Baldini

  • Paolo Pistone
    15/05/2019 in 08:24
    Permalink

    Due sono le cose essenziali che fanno testo: i risultati e lo spirito delle campagne acquisti e cessioni. Ergo????

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *