TOTTI “Scudetto e Mondiale le cose più importanti della mia carriera”

Francesco , dirigente giallorosso, ha rilasciato alcune dichiarazioni al profilo Twitter ufficiale della Federcalcio in occasione della sua investitura nella Hall of Fame della Nazionale Italiana.

Oggi entri a far parte della Hall of Fame del calcio italiano. Che significato ha per te?
Sicuramente è un riconoscimento importante. Non solo per il calciatore, ma per la persona. Vuol dire che in tutti questi anni ho cercato di dare il massimo, soprattutto in campo, e i risultati sono questi

Sei passato a Coverciano prima di ritirare il premio. Ci regali un ricordo vissuto nella casa della nazionale?
Quando entri in questa grande casa sono sempre ricordi bellissimi che porti con te. Siamo cresciuti in questo contesto, dall’Under 15 fino alla vittoria del Mondiale a Berlino. E’ un’esperienza indimenticabile che porterò con me per sempre. Condividere tanti giorni con i miei compagni, trovare amicizie nuove, confrontarsi, scherzare e ridere: sono momenti indimenticabile che sono contento di aver condiviso con loro.

Sei salito sul tetto d’Italia con la e sul tetto del Mondo con la nazionale. 58 presenze e 9 reti in azzurro. Ci dai l’istantanea più bella del tuo percorso in giallorosso e quella più bella in azzurro?
Penso che tu abbia citato le due cose più importanti che abbia fatto. La vittoria dello Scudetto perché era una cosa che sognavo da bambino e volevo questa cosa importante per . Poi l’obiettivo per gli italiani è poter vincere un Mondiale. Nel 2006 facevo parte di questo gruppo e sono onorato e orgoglioso di aver vinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *