STORIE GIALLOROSSE… I record di “Zucchina”

La gioca in casa con il Lecce. Michel Konsel, il portiere titolare, al 38’ viene espulso per fallo da ultimo uomo in area di rigore. Il penalty per i pugliesi è inevitabile quanto giusto. Zeman, allenatore della , manda in campo in fretta e furia il secondo di Konsel, Antonio Chimenti, che è all’esordio in Serie A. Lui si piazza tra i pali e al 39’ respinge il tiro di Maspero, aiutando la a vincere l’incontro per 3-1. E’ il 1997, il giorno del primo record di Chimenti in giallorosso. A memoria nessuno ricorda un portiere romanista che entra dalla panchina e para subito un rigore.

Ma il record più importante nella Chimenti lo stabilirà nella stagione seguente, 1998-99, quando resterà imbattuto per 510’ in Coppa UEFA, facendo addirittura meglio del portiere più forte di sempre della storia giallorossa, Franco Tancredi, che ai suoi tempi, in Europa, era rimasto imbattuto per 504’. Chimenti di nome si chiama Antonio, ma a diventa per tutti “Zucchina”, perché così lo soprannomina Totti. “Quel matto mi ha chiamato così e anche io non so perché. Forse per la forma della mia testa, chissà. Io non me la prendo e sto al gioco” dichiarò in seguito.

(Rubrica a cura di Franco )


Un pensiero riguardo “STORIE GIALLOROSSE… I record di “Zucchina”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *