Zaniolo rinnova. Lovren, si stringe. C’è Zappacosta

(IL MESSAGGERO) Il regalo di Ferragosto non arriva dal mercato. Ma è già dentro Trigoria. Si tratta di . Il centrocampista classe 99′ ha rinnovato con la sino al 2024. Percepirà 1,5 milioni più bonus a salire. Ieri nuovo incontro tra le parti dopo che Petrachi e l’agente del ragazzo s’erano lasciati venerdì sera con una distanza di 500 mila euro da colmare. Come era lecito attendersi, l’intesa è stata trovata a metà strada. Si chiude così una telenovela lunga un’estate. Un finale, con il senno di poi, anticipato da Nicolò nei giorni scorsi sui social: «Dopo la tempesta c’è sempre il sole». E il sole si conferma giallorosso: «È stato facile un anno fa scegliere la , lo è ancora di più oggi dopo una stagione che mi ha permesso di innamorarmi di questa maglia e di questa città. Era quello che volevo», le parole del calciatore.

CROATI AL BIVIO Archiviata questa grana, ora Petrachi può dedicarsi al completamento della squadra. Mancano 10 giorni all’inizio del campionato e se non fosse per la cessione in prestito di Nzonzi al Galatasaray (il risparmio è di 5,7 milioni), la sul mercato da giorni rimane in una posizione d’attesa. A livello numerico all’appello mancano almeno un difensore centrale e il sostituto di El Shaarawy. Ma è chiaro che la questione-, unita in queste ultime ore al possibile addio in prestito di Santon, fa sì che i calciatori da prendere possano essere addirittura quattro. Continuano i contatti con : si decide nel giro di 48-72 ore. La ha offerto al croato (infastidito con il compagno Firmino che ha pubblicato su Instagram una foto mentre indossava una maglia con il ‘suo’ numero 6) un triennale con opzione per il quarto anno da tre milioni più bonus. La distanza da colmare rimane con il Liverpool che chiede 20 milioni mentre a Trigoria ne offrono 15 con la formula del prestito con diritto di riscatto. Oggi è previsto nuovo contatto, visto che ieri i Reds erano impegnati nella Supercoppa europea.

Partita giocata a Istanbul, nello stadio del Besiktas. Club dove milita il connazionale di , Vida, già accostato alla nella scorsa sessione di gennaio. Il difensore è stato proposto nuovamente in queste ore. Intanto il ds salentino, nei colloqui avuti martedì con l’agente Vigorelli per il rinnovo di , ha affrontato anche il possibile addio di Santon. Anche in questo caso bisogna attendere: se la Fiorentina cedesse Biraghi (Inter e Atalanta alla finestra), i viola potrebbero essere una destinazione. Come la squadra di Gasperini che cerca un elemento low cost per completare la batteria degli esterni. Con Santon via, Petrachi virerebbe su Zappacosta, pronto a liberarsi dal Chelsea con la formula del prestito con diritto di riscatto.

Capitolo attaccante: aspettando il valzer dei 9 (, Icardi e Higuain), proposto Batshuayi che non rientra nei piani di Lampard. È un piano B suggerito direttamente da Baldini che portò l’attaccante belga nel 2014 a Marsiglia. La disponibilità del calciatore esiste ma non per venire a fare la riserva. Le idee del ds sono però più ambiziose. Se la Juventus non cede due esuberi (tra cui Dybala), non può muoversi. E l’Inter non vuole tenersi la mina vagante di Maurito in casa e punta su . Il problema è il sì del calciatore. Che ad oggi non apre. Tra una settimana, chissà. In caso contrario, con Icardi alla Juve, Higuain sarebbe invitato a fare le valigie. Buonuscita permettendo.

3 pensieri riguardo “Zaniolo rinnova. Lovren, si stringe. C’è Zappacosta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *