RIVISTA LA ROMA – Album Giallorosso: I pilastri della Difesa

Nel numero in edicola, continuiamo la rubrica e questa volta vi raccontiamo i grandi difensori che hanno ‘blindato’ la porta giallorossa. Da Mornese Losi, da Aldair, da fino arrivare alla attuale coppia Manolas-Fazio.. Come sempre, per i nostri amici ‘multimediali’, vi anticipiamo un assaggio di questo interessante articolo scritto dal nostro Franco Bovaio…

Vi aspettiamo in edicola…

Liberi di costruire il gioco partendo da dietro o marcatori “arcigni e insuperabili”, come si diceva nel gergo sportivo di quando, chi giocava al centro della difesa, non era genericamente definito “difensore centrale”, come si fa oggi, ma veniva suddiviso in due categorie: i liberi e gli stopper. I primi erano quei difensori dotati di tempismo, gioco d’anticipo, spiccato senso tattico, personalità (non caso, spesso, erano anche i della squadra) e piedi buoni per impostare l’azione già dalle retrovie. I secondi erano i marcatori asfissianti del centravanti avversario, quelli che gli si incollavano addosso fino seguirlo negli spogliatoi in un modulo di gioco tutto basato sulla marcatura uomo.

Poi, nel nostro campionato, arrivarono il “doppio-libero” e la marcatura zona proprio per merito della del duo -Turone (con in panchina), che aprì le porte all’innovazione. I due succitati e i tanti altri loro colleghi di reparto sono i protagonisti di questa puntata dell’album giallorosso, dedicata ai tanti Manolas e della nostra storia. E non dimentichiamo che anche grazie al e all’argentino la  di Di Francesco ha una delle difese migliori del campionato.

(…)

 


Per leggere il resto dall’articolo, corri in edicola… Oppure acquista ONLINE la rivista e ricevila casa senza costi aggiuntivi. Perché… chi ama la ROMA, legge LA ROMA!!!


 

24 thoughts on “RIVISTA LA ROMA – Album Giallorosso: I pilastri della Difesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *