RIVISTA LA ROMA – Album Giallorosso: I pilastri della Difesa

Nel numero in edicola, continuiamo la rubrica ALBUM GIALLOROSSO e questa volta vi raccontiamo i grandi difensori che hanno ‘blindato’ la porta giallorossa. Da Mornese a Losi, da Santarini ad Aldair, da Samuel fino ad arrivare alla attuale coppia Manolas-Fazio.. Come sempre, per i nostri amici ‘multimediali’, vi anticipiamo un assaggio di questo interessante articolo scritto dal nostro Franco Bovaio…

Vi aspettiamo in edicola…

Liberi di costruire il gioco partendo da dietro o marcatori “arcigni e insuperabili”, come si diceva nel gergo sportivo di quando, chi giocava al centro della difesa, non era genericamente definito “difensore centrale”, come si fa oggi, ma veniva suddiviso in due categorie: i liberi e gli stopper. I primi erano quei difensori dotati di tempismo, gioco d’anticipo, spiccato senso tattico, personalità (non a caso, spesso, erano anche i capitani della squadra) e piedi buoni per impostare l’azione già dalle retrovie. I secondi erano i marcatori asfissianti del centravanti avversario, quelli che gli si incollavano addosso fino a seguirlo negli spogliatoi in un modulo di gioco tutto basato sulla marcatura a uomo.

Poi, nel nostro campionato, arrivarono il “doppio-libero” e la marcatura a zona proprio per merito della Roma del duo Santarini-Turone (con Liedholm in panchina), che aprì le porte all’innovazione. I due succitati e i tanti altri loro colleghi di reparto sono i protagonisti di questa puntata dell’album giallorosso, dedicata ai tanti Manolas e Fazio della nostra storia. E non dimentichiamo che anche grazie al greco e all’argentino la squadra di Di Francesco ha una delle difese migliori del campionato.

(…)

 


Per leggere il resto dall’articolo, corri in edicola… Oppure acquista ONLINE la rivista e ricevila a casa senza costi aggiuntivi. Perché… chi ama la ROMA, legge LA ROMA!!!


 

Lascia un commento