ROMA-BENEVENTO. “Storia di ieri”, riflessioni del giorno dopo…

di Diego ANGELINO – Una alle prese con problemi di sfrutta di nuovo lo stop di una delle avversarie che insegue per un posto in Champions.

Lo fa chiudendo in goleada contro un coraggioso e che sta beneficiando del di gennaio. Difficile pensare possano salvarsi, ma oggi i campani appaiono comunque coesa.

Pronti, via e la è sotto: sembrano manifestarsi i fantasmi visti per quasi tutto gennaio ma i giallorossi riescono mantenersi freddi. Sono bravi non disunirsi mai, creando occasioni fino raggiungere il pareggio con Fazio.

Nella ripresa si scatena Under, che realizza una doppietta di grande fattura non prima di aver servito l’ che fa finalmente sbloccare Džeko. Il turco ha avuto bisogno dei suoi mesi per capire la nuova realtà: ora che ha trovato continuità e fiducia l’obiettivo deve essere quello di risultare decisivo anche con avversari più probanti di e Benevento.

Alla metà di febbraio arriva anche, seppure su rigore, la prima rete romanista dell’ Defrel: un altro da cui ci si attende molto di più in fase realizzativa. Bravo Džeko lasciargli l’opportunità di calciare il penalty che proprio il bosniaco si era guadagnato.

Si è visto un più brillante rispetto alle ultime uscite; bene anche dall’altra parte; Gerson paradossalmente meglio in rottura che in costruzione del gioco; ordinato; ed El Shaarawy attivi, ma lontani dai livelli di -Chelsea.

Da rivedere, indubbiamente, il modo in cui sono arrivate entrambe le reti subite. più che evitabili e particolarmente fastidiosi, con il secondo che giunge pochi secondi dopo aver chiuso una che non doveva avere più storia.

Le ultime due sono state gare abbordabili, ma ora arriva un mese di partite – dall’ al Crotone, passando per e la doppia sfida di con lo Shakhtar – dal coefficiente ben diverso. Servirà l’apporto di tutti ed è per questo fondamentale il recupero dei vari infortunati, auspicando siano finiti i problemi muscolari.

Da sabato alle 15 alla Dacia Arena inizia una nuova stagione: corsa per essere tra le prime quattro della e tentativo di arrivare ai quarti della Champions. Per ridurre gli alibi estivi della società in sede di sono obiettivi da raggiungere entrambi.

 

 

8 thoughts on “ROMA-BENEVENTO. “Storia di ieri”, riflessioni del giorno dopo…

  • 13/02/2018 in 06:25
    Permalink

    Il primo tempo è stato davvero imbarazzante. Sono venuti fuori tutti i limiti di una squadra che a gennaio andava rinforzata e non indebolita….speriamo la “nottata” passi presto altrimenti sarà davvero difficile (se non impossibile) proseguire il cammino in Champions ed essere competitivi in campionato

    Rispondi
  • 16/05/2021 in 20:50
    Permalink

    I don’t know about you people but I love airplanes. I had a friend in highschool that loves airplanes, so here are some airplane related stuff I don’t know about you guys but I love airplanes. I had a friend in highschool that loved airplanes, so here are some airplane related stuff https://www.airlinereporter.com/2009/07/1361-2/

    Rispondi
  • 28/06/2021 in 11:07
    Permalink

    113658 979467Your home is valueble for me. Thanks!? This internet page is really a walk-via for all with the info you required about this and didn know who to ask. Glimpse right here, and you l surely uncover it. 232168

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *