RIVISTA LA ROMA. EDITORIALE di Riccardo VIOLA

Sognare si può, costruire si deve…

Il sogno continua, dopo la splendida notte dell’ contro lo Shakhtar, con il più difficile ma anche più affascinante. Il percorso dei giallorossi nella Champions rappresenta una tappa fondamentale nella costruzione di un progetto vincente per un doppio motivo. L’approdo ai quarti di restituisce alla una dimensione continentale, andata perduta dopo anni di anonimato in Coppa e, al contempo, riporta entusiasmo tra i tifosi, tornati in massa riempire le tribune e sospingere la squadra.

Un patrimonio, qualunque sarà il risultato contro i fortissimi catalani, che non deve andare disperso ma costituire una base su cui costruire il futuro del progetto tecnico targato -Di Francesco, nel campionato in corso come nella prossima stagione. La voglia di essere ancora protagonisti, che siamo certi animerà il gruppo nella doppia sfida con il Barcellona, dovrà essere la spinta in più anche in campionato per consolidare la terza posizione e puntare confermarsi stabilmente tra le migliori squadre d’Europa.

La stessa ambizione deve guidare anche l’operato della società ( al per i suoi sessat’anni), orientando i programmi e le scelte che bisognerà compiere, in relazione al ma con una prospettiva vincente. Napoli in campionato prima, e contro gli ucraini poi, si è fatto sentire il peso specifico dei grandi campioni, Džeko su tutti. Il bosniaco, superato il periodo di flessione condizionato in parte dalle voci di mercato, ha fatto valere la sua caratura internazionale decidendo le fondamentali sfide con determinazione e personalità, proprio le caratteristiche di cui gli si rinfacciava la mancanza.

Nell’attesa di questo affascinante confronto, che scalderà di certo la romana, vi auguro buona lettura e serene festività pasquali.

 

9 thoughts on “RIVISTA LA ROMA. EDITORIALE di Riccardo VIOLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *