VOTI A RENDERE di Paolo MARCACCI

Nuova puntata della rubrica del nostro geniale Paolo Marcacci che da buon professore, dà i al weekend appena trascorso… Una rubrica da non perdere…

10) Molinari
Firma, semplicemente, la più grande impresa del golf italiano. Questa Ryder Cup meritava uno spazio nelle prime pagine di tutti i quotidiani, sportivi e non.

9) La Polonia di pallavolo
autorevole, esperta, animata da grandi personalità e atleticamente mostruosa.

8) Valverde
Dopo aver “braccato” il titolo di ciclismo su strada, riesce finalmente farlo suo con una condotta di gara perfetta, di chilometro in chilometro. Menzione d’onore per il (pluri)Campione uscente Sagan, che ha voluto premiarlo sul podio, con un fuoriprogramma che ha ricordato tutti quanti insegnamenti possa ancora veicolare lo sport. Anche uno discusso e discutibile come il ciclismo.

7) Di Francesco
Anche se non fosse arrivato il di allo scadere del primo tempo, avremmo comunque detto che ridisegnata in base al quattro – due – tre – uno ha un senso, un equilibrio, un notevole pregio estetico dalla cintola in su.

6)
Un commiato asciutto e signorile, senza sollevare – almeno fino ora – polemiche nei confronti di lo ha esautorato a iniziata, con poco preavviso e senza tatto, né riconoscenza. È evidente che mancano elementi per formulare un giudizio completo.

5)
Spreca il vantaggio, nel senso che si fa rimontare dalla spargendo disattenzioni dal in giù. Spreca poi il pareggio dell’eventuale due due; infine per colpa di spreca anche la possibilità di giocarsela in undici fino all’ultimo.

4) S.
Non per come ha preparato il derby, né per i correttivi apportati, tutto sommato piuttosto sensati, ma perché non ha mai voluto riconoscere la superiorità della Roma.

3)
Arbitraggio pervicacemente disastroso, nel senso che è riuscito non farsi aiutare nemmeno dal VAR, avendolo voluto bypassare.

2) F. Chiesa
Simulazione vergognosa, persino grossolana. Valeri, stesso voto anche per lui, ci cade con tutte le scarpe, anche presuntuosamente perché non vuole nemmeno consultare il VAR.
Forse si sta tornando indietro, rispetto allo scorso campionato.

1) Stadium, Torino
Dunque: ululati per Koulibaly; cori contro Napoli, insulti Ancelotti. What else?

4 thoughts on “VOTI A RENDERE di Paolo MARCACCI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *