ROMA-VIKTORIA PLZEN. “Storia di ieri”, riflessioni del giorno dopo…

di Diego – Una che pare tornata divertirsi. È questo ciò che salta agli occhi, al di là dei risultati, guardando la Roma del post-Bologna.

Contro i campioni della Repubblica Ceca i giallorossi propongono la migliore interpretazione stagionale, ottenendo un successo altisonante e corroborante.

42-31 con un Pellegrini in stato di grazia, autore di , ispiratore di occasioni nel corso dei 74’ concessigli da Di Francesco e anche recuperatore di palloni.

Viste le assenze bisogna fare di necessità virtù, quindi ecco la coppia di -. L’italiano si muove discretamente, recupera e contrasta; il francese, invece, appare ancora un po’ troppo macchinoso.

Il ritmo della , come solitamente in , è alto e la Roma lo regge senza particolari ansie, dimostrazione che i problemi, più che fisici, fossero soprattutto mentali e di approccio alle gare.

Bella (dedica compresa) e importante la prima tripletta in di Džeko: dopo qualche settimana di malumori e di atteggiamenti rivedibili, come nel , riecco un calciatore dentro il contesto e sorridente.

Ünder inizia essere quasi una sicurezza per questa , cosa che speriamo possa diventare anche , onestamente un po’ fumoso (tranne una bella giocata proprio per Džeko) fino alla rete del

Da rivedere alcune situazioni difensive; nel primo tempo qualcosa di evitabile si è rischiato, oltre un paio di brividi fatti correre da : preoccupante, più che il dribbling rischioso, il che sfugge su un’uscita alta.

Una menzione va fatta per Pellegrini, classe ‘99: più che l’aspetto tecnico e lo stop sul lancio di , mi piace sottolineare l’aggressività con cui ha cercato di strappare palla Ekpai, scatenando l’applauso dell’. Difficile rintracciare una grinta del genere in un giovane di 19 anni.

È forse ancora presto per parlare di una Roma guarita ma di certo sembra finalmente imboccata la strada giusta. , terreno troppo spesso avaro di soddisfazioni, è da questo di vista un’altra pietra decisiva per continuare a lastricare la via corretta.

One thought on “ROMA-VIKTORIA PLZEN. “Storia di ieri”, riflessioni del giorno dopo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *