ROSELLA SENSI “Le cessioni hanno portato una carenza di motivazioni”

L’ex giallorosso Rosella è ospite della trasmissione “La domenica sportiva” Tanti gli argomenti trattati dall’ex massimo dirigente della Roma. Queste alcune delle sue risposte:

LA
“La  sarebbe stata utilissima anche ai nostri tempi. Il suo uso sarebbe stato corretto in occasione del concesso contro la Roma, usata in questa maniera non va bene”.

LA DEI GIALLOROSSI:
“Per capire cosa succede alla bisognerebbe stare dentro per capirlo davvero. Non è in una posizione che le compete, è un momento difficile anche se la regala prestazioni diverse e vediamo giocatori più motivati. Le cessioni ci sono state e sono state molte, manca un gruppo: per esperienza personale con le cessioni non si riesce costruire un col quale ha fatto cose eccezionali. È il che ti fa arrivare risultati importanti. Eusebio lo stimo tanto, potrà fare cose migliori ma le cessioni hanno portato carenza di motivazioni: in giocano bene, in lo smembramento di si vede. I sono sempre stati il nostro grande punto di forza e ora la vivono malissimo questa situazione. Io sono stata molto contestata dai eppure per me sono un elemento fondamentale per la Roma. Io mi aspetto e spero che possa vincere, mi auguro che gli americani ne abbiano coscienza, sapendo cosa significa rappresentare questo club. Spero che le cessioni possano smettere e si possa costruire una vincente, questa città deve vincere”.

L’ AL DI TOTTI:
“Io l’ho sempre visto come dirigente, non in questo ruolo. Lui l’ha scelto ed evidentemente gli piace. Avevo in mente tutt’altre cose per lui e glielo continuo dire. Lui ascolta solo se stesso, l’ultima parola è sempre la sua e fino quando non diceva ‘sì’ si tremava sempre, anche in sede di contratto. Invito il presidente pensare più alla piuttosto che allo stadio, cercando di comprare più giocatori perché merita questo e altro”.

 

2 thoughts on “ROSELLA SENSI “Le cessioni hanno portato una carenza di motivazioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *