La poltrona di Natale

IL MESSAGGERO (Trani) – Di Francesco in campo a Trigoria, Sousa su con la maglia della e Panucci in ai Caraibi: la proprietà Usa, durante il Natale, si interroga su questi 3 allenatori. Non c’è in ballo il futuro della Roma, ma il presente: la zona è a 4 punti e l’obiettivo minimo (e al tempo stesso vitale) resta la priorità di Pallotta. Che è stato chiaro con Monchi nel vertice di martedì scorso a Boston: Eusebio si gioca la panchina nelle ultime 2 gare del 2018 E ha bisogno di 2 successi di fila.

Paulo, invece, rimane in stand by dopo l’esonero di inizio ottobre in Cina: a scaricarlo, il Tianjin Quanjian. Christian, intanto, si piazza dietro le quinte: il ct dell’Albania è curioso di scoprire, prima di fine anno, se il regista pensa davvero a lui per riportare in quota la sua ex squadra scivolata al 10° posto (mai così in basso, dopo 17 turni, dalla 96-97: 12° con Carlitos Bianchi).

POMERIGGIO DEL GIUDIZIO – Mercoledì all’Olimpico (ore 18), Di Francesco ha il 1° esame. Da superare senza badare al sentimento. Davanti si ritrova il Sassuolo, guidato per 5 stagioni, e il figlio Federico. Non solo. A sbarrargli la strada trova anche il pupillo che da un anno e mezzo chiede a Monchi come sostituto di Salah. Se Eusebio fa cilecca, saluta in anticipo la tifoseria dopo 4 mesi di delusioni: 8 ko e soprattutto 25 punti di distacco dalla capolista Juve, uno in più del raccolto giallorosso.

Rischia di essere insomma il pomeriggio degli addii: se l’allenatore ha ancora la chance di rimandare il divorzio, si preparano a uscire dalla rosa Karsdorp, Marcano, e soprattutto Schick. Sono gli esuberi previsti per gennaio, mese in cui il tecnico spera, in caso di conferma, di ricevere qualche rinforzo mirato. Con la formula del prestito, cominciando da Batshuayi. E magari di non assistere alla nuova partenza di un big: ha scelto, adesso pure ufficialmente, Raiola come manager e, conoscendo l’astuzia del rappresentante, c’è da stare sul chi va là.

IN FAMIGLIA – Sousa è in Portogallo. Da Lisbona, sale a nord per passare il 2 con i genitori a Viseu dove è nato. La foto in maglia bianconera, davanti a Giannini, è costata a Paulo gli insulti dei giallorossi sui social. A loro è sembrata la provocazione di chi, sentendosi scartato da Monchi, si è orgogliosamente vantato del suo passato. L’interpretazione, però, è sbagliata. Il team portoghese che cura il suo profilo su ha peccato di superficialità prendendo in contropiede il portoghese e il suo rappresentante in Italia. Che conoscono bene la sensibilità della nostra gente. Avrebbero, insomma, evitato la pubblicazione nel giorno del match allo Stadium. A dir la verità, lo stesso team lo fa sempre alla vigilia di un evento (anche della Nazionale), postando un’immagine celebrativa dell’ex calciatore. E’ successo anche prima di Juve- di 7 dicembre. Doppia foto per il regista, ex bianconero e nerazzurro.

CHIAMATA AL CT – Panucci, lasciata la sua villa di Grottaferrata, è volato a Santo Domingo con il figlio diciassettenne Juan. al sole, in un resort caraibico, per il commissario tecnico dell’Albania. Il rapporto con non si è mai interrotto, come il feeling con capitan De Rossi. Dovrebbe aver ricevuto anche lui una telefonata dal suggeritore di Pallotta. Sicuro, comunque, è il suo impegno con la albanese: sotto contratto fino al novembre 2019, quando termineranno le gare di qualificazione per Tornerà qui venerdì, alla vigilia della partita contro il Parma al Tardini. Dai Castelli guarderà i giallorossi. «La è sempre la Roma…» Che vuol dir tutto e niente. Lo sanno pure a Tirana.

4 thoughts on “La poltrona di Natale

  • 01/07/2021 in 10:57
    Permalink

    386592 303758Youre so cool! I dont suppose Ive learn something like this before. So good to search out any person with some exclusive thoughts on this topic. realy thank you for starting this up. this web site is 1 thing thats required on the net, someone with a bit of originality. useful job for bringing something new to the internet! 113280

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *