ROMA-VIRTUS ENTELLA. “Storia di ieri”, riflessioni del giorno dopo…

di Diego – Formalità doveva essere e, una volta tanto, formalità è stata. La riparte da dove aveva finito: vittoria e infortuni. Speriamo le parole di sul (mancato) siano solo pre-tattica.

Si vede ancora che, al di là del livello dell’avversario, una voglia e un’intensità fino poco tempo sconosciute. La qualità, al contrario, non è mai stata in discussione.

: si propone e vince pure un paio di contrasti; tornerà finalmente utile alla causa?

Sorvolando sulle certezze – da a , passando per – si va a : sì, segna, però… Il ritmo è quello che è, nello sguardo non pare esserci quel fuoco di ha voglia di riprendersi la scena da protagonista. Vedremo.

Anche la butta dentro, due volte: il problema è che rischia – seppur appena entrato – di farsi uccellare da tal Mota. E qui, tanto per cambiare, torniamo appellarci Monchi.

Benvenuto, infine, al 2001 : che la gara di ieri possa rappresentare l’inizio di una grande storia romanista.

Insomma: siamo ai di , abbiamo iniziato l’anno con una vittoria netta ma il vero test per capire come sta la lo avremo sabato, con lo scorbutico del mai simpatico Mazzarri.

6 thoughts on “ROMA-VIRTUS ENTELLA. “Storia di ieri”, riflessioni del giorno dopo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.