Aleksandar, il bomber che non ti aspetti più

(IL MESSAGGERO, Ferretti) Se comincia far pure di destro, è la fine. Per gli avversari, ovviamente. Aleksandar è arrivato 8 reti, esattamente le stesse segnate da Edin . E il dato, inutile negarlo, colpisce e va analizzato con attenzione. Non tanto (non solo…) per il rendimento deficitario del bosniaco, quanto per l’exploit del suo amico serbo. Otto gol (e non è finita qui…) non sono assolutamente pochi per uno che di mestiere fa il difensore. Certo, qualche , qualche di punizione per dare e darsi una mano non sono mancati, ma non si segna mai per caso. Anche da palla inattiva.

E, poi, otto   in carriera non li aveva segnati neppure da ragazzino: riuscirci 33 anni molto abbondanti, perciò, è un’impresa notevolissima. Soprattutto se uno ricorda che Alex è stato costretto per molto tempo giocare con un piede fratturato e la cosa, ne converrete, non è il massimo della vita. Il suo contributo, perciò, è stato spesso altalenante, non sono mancate le figuracce e le critiche ma non sempre il tutto è accaduto per colpe esclusivamente sue.

IL CONFRONTO – fatti, finora ha dato quello che doveva dare. E in tema di si è addirittura superato. Al che ieri ha agganciato il suo idolo Sinisa  (8 centri con la nella 1998-99) in testa alla all time dei stranieri a nel nostro campionato. E pensare che la contro il per lui poteva essere una sorta di trabocchetto, visto che dall’altra parte della barricata c’era Pellegrini, indicato un po’ da tutti come l’esterno sinistro della Roma del futuro. Il confronto, in realtà, è stato impietoso, con il serbo stravincitore della sfida distanza.

E non soltanto per il che ha blindato il risultato finale. ha talento, ma deve ancora crescere parecchio;  è cresciuto abbastanza, ma – se sta bene – ancora se la comanda in scioltezza. Questo non vuol dire che il serbo deve essere una delle basi su cui fondare la Roma del futuro, ma di certo non va buttato senza pensarci troppo nel secchio dell’immondizia. Non si può pensare di progettare la nuova Roma partendo da un ragazzo che novembre compirà 34 anni (contratto in scadenza nel 2020, come Dzeko), ma non si deve neppure dare troppo retta alla carta d’identità. Specie se l’età, come nel suo caso, è semplicemente una bugia.

3 thoughts on “Aleksandar, il bomber che non ti aspetti più

  • 22/07/2021 in 18:16
    Permalink

    YourDollは、最近リアルなシリコンラブドールに夢中になっている人に人気のオンラインアダルトショップです。 当店では、すべてのユーザーに安価なラブドールの最も優れた機能を提供しています。 私たちのオンラインショップのリアルなラブドールの素晴らしいコレクションは、すべての訪問者を感動させ、すべての顧客を満足させます。 ラブドール 子供

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *