TOTTI “La paura più grande che ho affrontato è stata sicuramente quella di smettere di giocare”

L’ex e dirigente giallorosso ha rilasciato una al canale DAZN. Queste le sue parole:

Come stai trascorrendo tu le tue giornate? La giornata tipo Totti.
Le giornate sono abbastanza lunghe, ma ci diamo da fare: cerchiamo di intrattenere i bambini, di giocare con loro, di fare sport, di cucinare. Queste sono le giornate purtroppo in questo momento.

Ci racconti come sta giocando la Totti? Tu e Ilary riuscite tenere impegnati anche i bimbi?
Lo schieramento di casa mi vede totalmente in difesa, come la maggior parte dei mariti italiani: stai casa però è come se fossi un ospite. Per quanto riguarda i bambini, e Chanel sono autonomi, l’unica che ci dà un po’ da fare è Isabel. Durante la giornata incontrando Ilary, la saluto dicendole: “Buonasera signora, tutto bene? Le serve qualcosa?” Questa è la mia giornata, capito?

Di momenti positivi nella tua carriera ne hai vissuti davvero tantissimi. Ti va di raccontarne qualcuno?
I più belli sono la vittoria dello e la vittoria del Mondiale. Nel venivo da un brutto infortunio, era difficile che potessi partecipare quest’evento ma con la determinazione e la voglia sono riuscito ottenere ciò che mi ero prefissato.

In questo momento di paura generale, ti va di raccontarci un momento nel quale tu sei riuscito superare una tua paura?
La paura più grande che ho affrontato è stata sicuramente quella di smettere di giocare, visto che è stata la mia vita, è stato tutto. Fortunatamente avendo vicino la mia famiglia, i miei e i miei bambini sono riuscito voltare pagina tranquillamente, fortunatamente.

Riceviamo tantissimi messaggi e chiamate, quanto tempo stai trascorrendo al telefono e senti più dei tuoi ex compagni?
In questo momento spesso e volentieri sono sul telefono, è impensabile non esserci tra messaggi, videochiamate e quello che sta succedendo. I miei ex compagni mi stanno mettendo troppo in mezzo con queste challenge, però io su non sono proprio un navigatore. Chiamo e Chanel che sono addetti queste cose e mi aiutano rispondere ai tanti messaggi che in questo momento servono sia me che tutta Italia, tutta e tutto il mondo. Aiutiamoci tutti insieme e rimaniamo casa, mi raccomando.

One thought on “TOTTI “La paura più grande che ho affrontato è stata sicuramente quella di smettere di giocare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *