Coronavirus, 16 maggio. 153 i morti, il numero più basso dall’inizio del lockdown

(LA REPUBBLICA)

E’ un nuovo minimo. Dopo oltre due mesi, il conteggio drammatico dei morti tocca il minimo da domenica 8 marzo, la vigilia del del paese. Mai dopo quel giorno le vittime quotidiane erano scese sotto le 170, con il picco di 969 morti il 27 marzo. Oggi le vittime sono state 153 Nonostante la recrudescenza degli ultimi giorni, con il dato quotidiano tornato oltre le 200, la del contagio è in coerente flessione da settimane.

Così come è in continua e costate diminuzione – basta vedere i grafici qui sotto- il dato dei malati, siano essi in terapia intensiva, ricoverati con sintomi o in isolamento domiciliare. I guariti hanno superato i 120mila e continuano crescere alla media di duemila persone al giorno, così come si riduce costantemente la platea delle persone attualmente positive.

Degli 875 positivi rilevati oggi, la maggior parte sono sempre in Lombardia, con 399 nuovi positivi (il 45,6% dei nuovi contagi) Tra le altre più colpite dal coronavirus, l’incremento di casi è di 7 casi in Piemonte, 72 in Emilia Romagna, di 39 in Veneto, di 30 in Toscana, di 51 in Liguria e di 32 nel Lazio.

Le 4022 persone attualmente malate nel sono distribuite così: 76 in terapia intensiva (3), 1156 ricoverati con sintomi (-17), 2790 in isolamento domiciliare (-46) I morti totali sono 616 (+12), i guariti 2758 (+86).

One thought on “Coronavirus, 16 maggio. 153 i morti, il numero più basso dall’inizio del lockdown

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *