La Roma fa tris, ma la vittoria è senza sorrisi

(IL MESSAGGERO) Il terzo successo di fila, sofferto e discusso, pesa in classifica: la Roma, superando il all’ per 21, consolida il quinto posto, allunga sul e conferma il vantaggio sul Milan: insegue, al sesto posto, è quattro punti. Distanza dunque di sicurezza, soprattutto dai rossoneri: se restano sotto, i di toccano loro. Il raccolto di allora prosegue ed è significativo. Si sente sicuro ormai con la nuova formula tre. La novità stavolta è Kolarov.

L’ era tosto, il di pressa e dà fastidio, innescando un braccio di ferro tattico evidente. bollare il risultato sono i soliti. Perché la Roma, pur soffrendo l’aggressività del Verona, segue con umiltà il suo copione e sfrutta il talento di qualche interprete. apre, raddoppia, arrivando 15 reti in e al sesto di testa. Nessuno in come lui in questa annata. Non esulta, stanco di sentire parlare solo di quanto guadagna. E di ascoltare che la società cercherà di piazzarlo sul mercato.

2 thoughts on “La Roma fa tris, ma la vittoria è senza sorrisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *