LA ROMA CHIUDE IL CAMPIONATO ESPUGNANDO LO JUVE STADIUM

di MANDOLESI – sta bene, e gioca in scioltezza. È così che si spiega la meritata vittoria di in quello Juve dove aveva conosciuto solo sconfitte sia in che in Coppa Italia. Solo una volta, in 85 precedenti, i giallorossi hanno segnato 3 in casa della Juve, ma bisogna risalire al 2 del 1936, quando la gara terminò proprio 31 per i giallorossi (la prima della storia sul campo dei bianconeri) Nel giudizio complessivo non va dimenticato il carattere dell’incontro, ma quello che salta agli occhi è proprio la differenza fisica tra le due avversarie. Non è un caso se i giallorossi hanno chiuso la vincendo 7 delle ultime 8 partite, e pareggiando solo 22 contro l’Inter per uno sciaguratissimo di provocato su una follia di al 90º. Bene tutti, quindi. Ma un plauso speciale va a Nicolò Zaniolo (il del 31 è frutto della sua straordinaria progressione che termina con l’ perfetto per Perotti) Bravo anche lo stesso Perotti che realizza una doppietta, che segna il suo quinto gol (tutti in trasferta) e il giovane Colafiori che esordisce in A con personalità, vedendosi persino annullato quello che sarebbe stato un gran bel gol. Ora si pensa all’Europa. c’è.

CHIUDE IL CAMPIONATOESPUGNANDO LO JUVE STADIUMLa Roma sta bene, e gioca in scioltezza. È così che si spiega la…

Pubblicato da Centro Suono Sport su Sabato 1 agosto 2020

13 thoughts on “LA ROMA CHIUDE IL CAMPIONATO ESPUGNANDO LO JUVE STADIUM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *