Effetto elezioni a Roma. Ora tutti vogliono lo stadio

(IL TEMPO) L’iter che porterà al voto non è ancora iniziato – chiudere i documenti mancano gli atti di Città Metropolitana (Giunta Raggi) e Lazio (Giunta Zingaretti) che latitano da un mese – ma la guerra politica dello della è già in pieno svolgimento. «Entro l’anno», «entro mandato», «ci sono cose più importanti» sono le posizioni dentro i 5Stelle: nella lotta fra Virginia e un pezzo dei suoi, è terreno di scontro aperto. Poi ci sono gli altri: la voterà favore. E saranno due i voti: Davide Bordoni, invischiato in una tranche dell’inchiesta Rinascimento, quasi certamente voterà visto che l’indagine che lo riguarda non verte sullo e, con il collega di partito, Politi, voterà favore. Del resto, Matteo nei manifesti («sì allo della Roma») e il commissario della Lega Roma, Claudio Durigon, hanno espresso un netto via libera politico. E anche il Pd, in realtà, ci pensa, non fosse altro che per non lasciare alla l’intestazione del progetto: « è un progetto nostro – spiega il capogruppo Giulio chiarendo il caos successivo alle sue dichiarazioni di due fa che sembravano schierare i Dem per il “no” – e se la non lo avesse stravolto, saremmo già all’inaugurazione. Sì allo lo abbiamo sempre detto: abbiamo acquisito tutte le carte e le stiamo studiando. Se e quando la avrà i per portarlo in Aula, valuteremo la posizione del partito» Che se non è un «sì» aperto, poco ci manca e risponde così alla stessa che, annunciando il voto entro Natale, ha ripetuto ieri che «il Pd non vuole lo Stadio» Già, i numeri: il vero quesito è se la Giunta i li abbia ancora. parte i tre «no» dichiarati – Fassina, Cristina Grancio e Monica Montella – i dubbi sono sul pentastellato dove, si registrano molti mal di pancia come quello di, Enrico Stefano, della Commissione Mobilità, che critica i lavori fatti su via Sistina dal I Municipio ma di fatto attacca la che, pochi fa, quei lavori aveva esaltato intestandoseli. Uno che era dato per dubbioso, è Carlo Chiossi, da ieri della Commissione Urbanistica, di provata fede laziale: «Credo che la commissione Urbanistica se la potrebbe cavare con una seduta. Ci sono le due diligence fatte fare dalla sindaca che ho già potuto visionare, e ci confermano che tutto è regolare dal di vista amministrativo», ha detto Gli Inascoltabili su Nsl Radio, annunciando poi che «Il mio voto questo sarà un voto favorevole» e «sicuramente l’approveremo entro la fine del mandato».

4 thoughts on “Effetto elezioni a Roma. Ora tutti vogliono lo stadio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *