Bilancio Roma con rosso record

(IL TEMPO) Un rosso-record per l’ultimo chiuso sotto la presidenza Pallotta, che nel frattempo ha ceduto la quota di controllo della Roma a . L’esercizio 2019/20 ha fatto registrare una perdita consolidata, ovvero considerando tutte le società della galassia giallorossa, di ben 204 milioni, una cifra che può ancora subire lievi modifiche e dovrà essere approvata dal cda che si riunirà nell’ultima settimana di ottobre.

Il primo campanello d’allarme era rappresentato dalla perdita da 87 milioni al 31 dicembre e i dati al 31 marzo relativi ai primi tre mesi del 2020 non avevano fatto altro che confermare il trend negativo, aggravatosi ancora di più a causa della diffusione del Covid-19, che per forza di cose non fa ben sperare per le previsioni sull’attuale . Oltre ai 204 milioni di rosso – tali numeri e la conferma del prezzo dell’Opa hanno portato a quasi un -21% del titolo in Borsa – è stato poi stimato un patrimonio netto consolidato negativo per 242,5 milioni, ma nel suo comunicato la Roma evidenzia che gli effetti negativi generati dalla perdita economica sono parzialmente compensati da versamenti in conto aumento di capitale e dalla conversione di finanziamenti soci.

Oltre a ricordare i risultati dell’ultima stagione, la nota della Roma fa sapere che il fabbisogno finanziario complessivo netto del gruppo per l’esercizio 2020/21 e stimato in 140 milioni di euro, prendendo in considerazione la gestione fino alla fine del calciomercato, che ha portato circa 13 milioni di plusvalenze con gli addii di Gonalons, Detfrel, Schick e Kolarov.

Per arrivare ad un risanamento del e dei conti la proprietà , che ha già iniettato 77,6 milioni nel club nei suoi primi giorni da proprietario, ha ribadito la propria intenzione di supportare la società e di apportare le ulteriori risorse necessarie, azioni che permetteranno di superare la fattispecie di cui all’articolo 2447 del codice civile e di conseguire «il risanamento patrimoniale del club con modalità e tempi coerenti con le esigenze del business e con le applicabili disposizioni di legge». Tra queste azioni, con la speranza di una riapertura degli stadi e di andare avanti in Europa League (oltre a poter effettuare plusvalenze), viene anche considerata un’eventuale integrazione dell’ammontare complessivo dell’aumento di capitale da 150 milioni di euro.

Dal campo: primo allenamento con il gruppo per Smalling, ancora a parte l’infortunato Karsdorp. Recupera Pellegrini, che dopo l’intervento al naso si è aggregato al ritiro dell’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *