Friedkin dà scacco a Pallotta in 2 mesi

(CORRIERE DELLO SPORT) Senza la voglia di apparire, ma con una presenza stabile, i si sono impossessati della Roma e passo dopo passo provano a dare la loro impronta. Chi li vive quotidianamente racconta: “Questi signori non sono interessati ad apparire, non vogliono ingraziarsi i giornalisti, vogliono solo ottenere risultati“. Risultati sportivi ed economici, con un aumento di capitale da fare, provando a riportare i tifosi dalla parte della società, anche con piccoli gesti come il vecchio stemma che ritornerà sulla seconda maglia del prossimo anno. La presenza fissa a Trigoria ed alle partite. Contro lo Young Boys sarà la quinta allo stadio per Dan e Ryan, mentre ha dovuto aspettare quasi tre anni per collezionare cinque apparizioni in tribuna. Dall’uscita dalla Borsa all’incontro con la Raggi, fino alla ricerca dei dirigenti fatta in prima persona, senza più delegare a terzi, ma guidando la Roma. Una delle differenze poi si è vista nel mercato, dove sono stati trattenuti i gioielli migliori, con l’inserimento contemporaneo di rinforzi a costi sostenibili. Ora si cercano due figure che abbiano esperienza e carisma nel mondo del calcio: un direttore generale e un direttore sportivo. Qui l’unico punto di contatto con , perché sarà il dg ad indicare il ds, come Baldini fece con Sabatini. lavorerà per la Roma fino all’aumento di capitale del prossimo anno, poi si confronterà con i .

2 thoughts on “Friedkin dà scacco a Pallotta in 2 mesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *