Roma, il magnifico caso

(IL ) Se nella sta vivendo una mini crisi, dovuta forse motivi tattici e di rapporti con la piazza psicologicamente pressante, con la il classe ’96 brilla. La prima cosa da fare per ritrovare il vero anche con la giallorossa è trovargli una collocazione fissa in mezzo al campo. Con ha ricoperto il ruolo di mezz’ala nel 43-3, trequartista sia nel 42-31 che nel 34-21 e in mediana in coppia con , in questo inizio di . sentire lui il ruolo che più gli si addice è quello di mezz’ala, con libertà di movimento tra le linee. Le prove in ci dicono che sta bene fisicamente, quindi sta ora trovare la quadra. Per ora, vista l’assenza di , è costretto stare in regia, ma probabilmente con il passare degli impegni potrà tornare alle spalle della punta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *