Mou giù la maschera

(IL MESSAGGERO) 102 dall’annuncio che sorprese il mondo, José diventa romanista stasera, con l’esordio all’Olimpico. Da oggi inizia l’attualità, e quella che tutt’oggi si può definire la scommessa di José. La della sua è ancora molto simile quella di Fonseca, quindi per la prima volta dai tempi eroici del possiamo dire che non ha avuto in grandi acquisti o colpi effetto, per ora.

ha allenato coi suoi metodi (sedute da 90 con intensità da gara), ha giocato ogni tre per abituare il agli impegni ravvicinati, ha lavorato sui difetti evidenti: ristabilire una fase difensiva decente, la sempre 44-2 in fase di non possesso e ben allineata. Ha infuso un certo spirito battagliero, con gli eccessi del caso. In attacco, solito spartito alla José, ci ha costruito una carriera: concedere palla agli avversari ma pressarli alti, e rovesciare il fronte con imbucate per le punte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *