Prove di convivenza

(IL TEMPO) Possono giocare insieme. E l’occasione si presenta subito. Domani la sarà di scena Salerno – dove è stato risolto in extremis un problema tecnico alle porte dello Arechi – senza lo squalificato e allora potrebbe mettere in pratica un’idea che lo stuzzica non poco: Abraham e insieme. Più gara in corso che dall’inizio. Come? L’uzbeko può partire largo su entrambe le fasce, ma sembra più adatto giocare alle spalle del centravanti, con licenza di svariare sul fronte d’attacco.

quel potrebbe essere ad allargarsi destra (come accaduto contro la con la in 10), magari scambiandosi la posizione con Shomurodov. Ma si tratta di un’opzione-B, ricordando la spiegazione di al termine del match con i viola: «Da subito ho pensato di mettere insieme Abraham e Shomurodov, che può giocare anche sul lato, con più nel vivo del gioco. In questo momento, però, non possiamo permettercelo». Ecco perché il principale candidato sostituire nell’undici iniziale è Carles Perez, ricambio naturale dell’azzurro. E con il gol segnato al Trabzonspor si candida anche El Shaarawy: dovesse toccare lui, sarebbe Mkhitaryan spostarsi a destra. è sicuro di giocare è Abraham, presentato ieri a Trigoria da come «la nostra prima scelta». L’inglese ha le idee chiarissime: «Non sono qui solo per Mourinho. Ho sempre seguito la e ho condiviso lo spogliatoio al con Rüdiger ed Emerson, Toni in particolare mi ha sempre parlato benissimo del club».

Sul tandem con non ha alcuna obiezione: «Ho iniziato giocare come ala destra, poi mi sono spostato al centro. Sono abituato ricoprire diversi ruoli». La sua scelta di lasciare la per cimentarsi nel calcio italiano è totalmente ponderata: «Volevo uscire dalla mia comfort zone, conoscere un nuovo Paese ed evolvermi. Sarebbe stato facile per me restare in Inghilterra e trovare una squadra. Il mio focus non è dimostrare al di aver sbagliato vendermi o convincerli ricomprarmi».

La nuova coppia di attaccanti ha relegato Borja Mayoral al terzo posto nelle gerarchie dei centravanti. Per questo lo spagnolo – cui è stato chiesto di rinunciare alle per essere subito disposizione di Mourinho – sta ragionando insieme all’agente su un addio: lo vuole il Crystal Palace in prestito, serve l’ok del Real per interrompere in anticipo il alla Roma. Che vorrebbe però tenersi Mayoral.

Sul mercato ci sono invece e Villar: dalla partenza di uno dei due negli ultimi 4 di mercato dipende l’arrivo di un altro centrocampista. farebbe comodo. Così come un altro terzino destra: non caso ha spedito Reynolds in tribuna giovedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *