Calafiori si scalda

(IL MESSAGGERO) Lo di è nel destino di Riccardo Calafiori, quattordici mesi fa ( 2020) esordì in proprio contro la Juventus. In vista della sfida di domenica17, quando spera di partire titolare contro i bianconeri, l’ultima parola spetterà come al solito che dovrà tenere in considerazione il fatto che Viña scenderà in campo alle 2.30 italiane di 15 contro il Brasile. Riccardo nel frattempo è cresciuto. Sia in campo che nella considerazione del portoghese: « 19 anni avere uno come lui è un bel traguardo e ti sprona sicuramente fare sempre meglio – ha raccontato ieri dal dell’ 21 – Il è uno dei migliori, livello psicologico utilizza sempre la parola giusta quando ti deve fare i complimenti. E quando hai sbagliato, ti mette la giusta pressione. Sto crescendo molto caratterialmente e tecnicamente. Adesso sento maggiormente la sua fiducia» vede in lui del talento, perché non può essere un caso che prima dell’approdo nella Capitale, nelle apparizioni estemporanee sui studiate per solleticare la curiosità della nuova piazza dove avrebbe allenato, José si sia fatto riprendere il 1 mentre osservava un del classe 2002 Al quale ha riservato, nel classico Special-style, più bastone che carota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *