Mou, ecco la nemica ritrovata

(IL MESSAGGERO) ha il complesso dello Stadium – da lì ha portato casa numerose delusioni – ma ora ha anche Mourinho. Solo sconfitte, tranne in un’occasione, lo scorso anno, in piena post lockdown: exploit contro una Juve già scudettata e contro una ai limiti dello sperimentale. Un successo che fa statistica, ma che di sostanza non ne ha.

Lo è terra maledetta per la Roma, con si ricomincia. Sperando. Lo scorso anno si era detto soddisfatto dopo la sconfitta (20) e questo ha fatto infuriare tanta gente. Ecco, ha il compito di cambiare questa mentalità rinunciataria. E la sua rivalità nei confronti dei bianconeri, in teoria, può aiutare. Basti ricordare il trattamento che lo della gli ha riservato quando, con il Manchester United ( 2018, League, fase gironi), è andato giocare Torino. Novanta di fischi e insulti: la serata è finita con il successo del Red Devils e con lo Special mostrare le orecchie tutto il mondo juventino, presente e non allo stadio. «Sono stato insultato per novanta minuti, ho fatto quel gesto, a freddo non lo rifarei, ma la gente ha insultato non solo me come interista, ma soprattutto la mia famiglia».

(…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *