STORIE GIALLOROSSE… Altro che dodicesimo!

Giuseppe aveva passato una vita nel Bologna, che lo aveva fatto crescere, esordire in A, ripudiato e poi richiamato a difendere i suoi pali. A parte due parentesi, aveva giocato in rossoblu dal 1974 al 1987 ed era entrato nella storia della squadra. Ma con l’arrivo in panchina di Maifredi tutto cambia, perché per il mister non ha i piedi adatti per il suo gioco a zona. Così “Zino”, come lo chiamano tutti sotto le due torri, va a Pescara, dove un altro allenatore “zonista”, Galeone, lo trova, al contrario, molto affidabile. E proprio l’affidabilità, unita all’esperienza, è la dote che nel 1990 spinge acquistarlo per fargli fare il vice di -portierone.

“Zino” arriva nella capitale consapevole del suo ruolo di dodicesimo, ma il destino lo aiuterà entrare tra i protagonisti giallorossi di quei primi anni ’90 In tre stagioni, infatti, colleziona 30 presenze in campionato (con 32 al passivo) per via dei guai fisici di e tra queste c’è anche quella in un finito 11 (uno dei tanti di quei tempi chiusi con questo punteggio) nel quale sfoggia parate su parate salvando il pari per la Roma. Nella 1990-91 gioca anche entrambe le gare del secondo turno e degli di una memorabile UEFA (che poi sarà scippata ai giallorossi dall’ in finale) e, nella stessa stagione, vince la Italia. Proprio il secondo nazionale, nel 1992-93, lo vedrà poi protagonista di una delle vicende più assurde che possono capitare a fa il secondo portiere. Allo scadere della di ritorno Milan-Roma, sull’10 per i rossoneri, para a Papin il che poteva portare la ai supplementari (all’andata aveva vinto 20) e i giallorossi si qualificano per la doppia con il Torino. Ma al termine dell’incontro si scatena il finimondo e sia che vengono espulsi e, di conseguenza, squalificati per le due gare contro i granata. Che beffa per “Zino”, che perde così l’occasione di vivere da protagonista l’epilogo di un che (senza nulla togliere al terzo portiere, il ragazzino Fimiani, che all’improvviso si ritrova titolare) con lui tra i sarebbe potuto andare diversamente. Perché, tra alti e bassi, era comunque un buon portiere. Di sicura esperienza e affidabilità.

(Rubrica a cura di Franco BOVAIO)

12 thoughts on “STORIE GIALLOROSSE… Altro che dodicesimo!

  • 29/03/2020 in 16:59
    Permalink

    Grazie all’amico Franco Bovaio che ci tiene compagnia con le sue ‘Storie Giallorosse’ in questo difficile periodo…

    Rispondi
  • 30/03/2020 in 10:52
    Permalink

    Era considerato ”vecchio”, ma arrivò a 32 anni.
    Rimase 3 stagioni e si ritaglio’ molti spazi, anche a causa dell’infortunio di Cervone.
    Konsel arrivò nel ’97 a 35 anni…
    Buffon ne ha 42 e ancora gioca…

    Rispondi
  • 21/12/2021 in 02:08
    Permalink

    [url=https://www.youtube.com/channel/UCUf6XURWdjy1Do2X_XOC9Uw]Накрутка Twitch Зрителей[/url]

    Rispondi
  • 21/12/2021 in 19:58
    Permalink

    Все что нужно знать [url=https://ceramicpanels.pp.ua/]https://ceramicpanels.pp.ua/[/url]

    Rispondi
  • 29/12/2021 in 10:40
    Permalink

    Классический дизайн и белый цвет корпуса микатермического обогревателя [url=https://teploceramicpanels.pp.ua/]http://teploceramicpanels.pp.ua/[/url] 2085 подойдут к любому интерьеру. Площадь отапливаемого помещения не должна превышать 30 кв. м.

    Rispondi
  • 01/01/2022 in 05:34
    Permalink

    Керамический обогреватель по большинству параметрам выигрывает у остальных альтернативных вариантов отопления, заказать можно на [url=https://obogrevateli.pp.ua/]http://www.obogrevateli.pp.ua/[/url]. За короткий промежуток времени он способен обогреть всю комнату и продолжать греть некоторое время после отключения. Плюсы перечислены выше, недостатков немного. Цена этого обогревателя выше, чем у других разновидностей, но она оправдана качеством. Ассортимент керамических обогревателей позволяет подобрать оптимальную по всем параметрам модель. Выбирать только покупателю.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.