ACCADDE OGGI… 10 aprile: 1988. La partita dei ritorni: in campo per Nela, “a casa” per Cerezo

La Roma di Liedholm incontra la Sampdoria di Vialli e Mancini in un assolata domenica pomeriggio. Mentre Napoli e Milan si giocano lo scudetto i giallorossi, terzi in classifica, non hanno molto da chiedere al finale di campionato e, nonostante un buon primo tempo, vanno sotto nella ripresa con il gol di Vialli e il rigore trasformato da Bonomi.

Malgrado la mediocre prestazione i quarantamila dell’Olimpico possono gioire per due attesi ritorni: quello in campo di Sebino Nela e il rientro “a casa” di Toninho Cerezo. Il terzino campione d’Italia ritrova il campo, subentrando a Policano nella ripresa, undici mesi dopo l’infortunio subito, sempre in casa contro la Samp, al legamento crociato.

Per Toninho invece è ancora un tributo di amore da parte della gente romanista per un giocatore che è riuscito ad entrare come pochi nel cuore dei tifosi. Il suo atto d’amore, il campione di Belo Horizonte, lo aveva rilasciato a poche ore dalla partita al nostro Alberto Mandolesi per la rivista La Roma. Di seguito riportiamo un passaggio che resta indelebile, a testimonianza e monito per tutti coloro che hanno i nostri colori nel cuore:

«La differenza tra i tifosi romanisti e quelli blucerchiati? C’è una differenza sostanziale, che non è solo questione di numero o di assiduità nel frequentare lo stadio o il campo di allenamento. A Roma i tifosi ti sono vicini soprattutto quando le cose non vanno bene. Questa è gente che non ti abbandona mai. Non potrò mai dimenticare quando, durante i primi mesi di permanenza, avevo una grande «saudade» di casa, della famiglia che ancora non era con me e della lingua che non sapevo parlare. Ebbene, tutta la tifoseria si strinse intorno a me con grande calore, dandomi la forza per superare quei momenti. I romanisti sono unici per questo».


STAGIONE 1987/1988 – XXV Giornata
Roma, Stadio Olimpico – 10 aprile 1988

ROMA – SAMPDORIA 0-2
Marcatori: 22’st Vialli, 31’st Bonomi (R).

ROMA: Tancredi, Tempestilli, Oddi, Manfredonia, Collovati (32’st Nela), Signorini, Conti (32’st Policano), Gerolin, Voeller, Giannini, Desideri.
Allenatore: Liedholm.

SAMPDORIA: Bistazzoni, Briegel (1’st Bonomi), M. Mannini (44’st Branca), Fusi, Vierchowod, L. Pellegrini, Pari, Cerezo, Salsano, Mancini, Vialli.
Allenatore: Boskov.

Arbitro: D’Elia di Salerno.


Lascia un commento