Roma, tra Torino e Tirana doppia finale da vincere

(LEGGO) Tra e Tirana. È lunga quasi 1200 km la strada che può portare in League. Basta vincere una delle due partite che restano, con ovvia e fisiologica precedenza alla con il che oltre al piazzamento porterebbe un trofeo internazionale in dopo 12 anni. Mourinho – che alzò proprio quella con l’Inter nel 2010 – dovrà dosare le forze in questa settimana di fuoco, ma sa che potrà contare fino a un certo sugli uomini della panchina. Con il Toro tornerà Zaniolo che a sorpresa potrebbe sedersi in panchina a soprattutto se dovesse recuperare Mkhitaryan. In caso di rientro dell’armeno in coppa, infatti, potrebbe rivedersi lo schieramento anti-Lazio. Contro i granata staffette per i 4 imprescindibili: Smalling, Cristante, ed Abraham (ieri in visita ai Musei Vaticani) A sinistra potrebbe toccare di nuovo a .Turnover ma non troppo quindi perché chiudere il discorso Europa notte permetterebbe alla Roma di affrontare con più convinzione e meno stress la in Albania. Sperando di non dover fare ancora i conti con i pali: con 19 è quella che ne ha colpiti di più in A insieme al Napoli.

Oggi a Trigoria parlerà alla stampa, nel frattempo si guarda anche al futuro. La pista resta percorribile anche se con molti ostacoli dovuto soprattutto alla voglia di dell’argentino. Meno ostica la via che porta a Matic. Mourinho lo stima e lo vorrebbe a Roma dopo aver vinto di tutto tra e Manchester United. Il serbo si libererà a zero ma pretende un alla firma oltre a un contratto da 5,5 milioni attutito però dal Crescita. riflette ma il nome è decisamente caldo.