Testa all’Europa

(IL TEMPO) Entra in stampa zoppicando. Giovedì Kumbulla lo ha colpito per sbaglio in costringendolo alle cure del fisioterapista della Roma. Tutto documentato sui con Mourinho che cerca un’occasione per stemperare la tensione. Sa che dentro sta crescendo l’ansia in vista della di Tirana, ma vuole fare di tutto per rassenerare la squadra e i tifosi. Perché le si vincono soprattutto con la testa.

Ma prima c’è un compito da sbrigare. La vuole qualificarsi alla prossima senza dover aspettare l’esito della sfida al Feyenoord. Per farlo, bisognerà battere tutti i costi il oggi all’ nell’ turno casalingo e poi sperare che tra domenica e lunedì maturino risultati favorevoli nei match delle concorrenti. E allora stasera spazio tutti i titolari disponibili, tranne Zaniolo che ieri il tecnico ha voluto tenere riposo nella rifinitura: toccherà uno tra ed giocare con e Abraham.

La sconfitta di era stata messa in preventivo, ma brucia ancora l’ennesimo episodio arbitrale che ha fatto infuriare Mourinho e la società. “C’è gente interessata al fatto che noi finiamo ottavi e vinciamo la di perché sarebbe fantastico per il italiano avere otto squadre nelle europee l’anno prossimo. Questo, però, non si deve fare costo di ingiustizie e di mancanza di rispettto. Siamo un po’ stanchi degli al Var, di vederli puniti come è successo spesso: è il modo del potere di dire che hanno sbagliato, ma alla fine dove sono i punti in classifica?“.

L’obiettivo di Mourinho è “finire quinto o sesto, voglio farlo”. Per il prossimo anno, invece, ha già fissato il traguardo del quarto posto, mentre per puntare allo serve qualcosa di più.