TANTI AUGURI A… Giuseppe ZINETTI

Oggi l’ex Giuseppe spegne 64 candeline!

“Zino” arriva nella consapevole del suo ruolo di dodicesimo, ma il destino lo aiuterà entrare tra i protagonisti giallorossi di quei primi anni ’90 In tre stagioni, infatti, colleziona 30 presenze in campionato (con 32 al passivo) per via dei guai fisici di e tra queste c’è anche quella in un finito 11 (uno dei tanti di quei tempi chiusi con questo punteggio) nel quale sfoggia parate su parate salvando il pari per la Roma Nella 1990-91 gioca anche entrambe le gare del secondo turno e degli di una memorabile UEFA (che poi sarà scippata ai giallorossi dall’ in finale) e, nella stessa stagione, vince la Italia. Proprio il secondo nazionale, nel 1992-93, lo vedrà poi protagonista di una delle vicende più assurde che possono capitare a fa il secondo portiere. Allo scadere della di ritorno Milan-Roma, sull’10 per i rossoneri, para Papin il che poteva portare la ai supplementari (all’andata la Roma aveva vinto 20) e i giallorossi si qualificano per la doppia con il Torino. Ma al termine dell’incontro si scatena il finimondo e sia che Zinetti vengono espulsi e, di conseguenza, squalificati per le due gare contro i granata. Che beffa per “Zino”, che perde così l’occasione di vivere da protagonista l’epilogo di un che (senza nulla togliere al terzo portiere, il ragazzino Fimiani, che all’improvviso si ritrova titolare) con lui tra i sarebbe potuto andare diversamente. Perché, tra alti e bassi, Zinetti era comunque un buon portiere. Di sicura esperienza e affidabilità.

(Rubrica cura di Franco BOVAIO)

53 thoughts on “TANTI AUGURI A… Giuseppe ZINETTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.