Tutti pazzi per Gini

(IL TEMPO) Sembra un sogno infinito. Invece è tutto vero. Dopo la presentazione-show di Paulo Dybala al Colosseo Quadrato dell’Eur, ieri l’aeroporto di Ciampino si è trasformato in una succursale della Curva Sud. È sbarcato Georginio Wijnaldum, il centrocampista che mancava alla Roma per puntare a un posto in Champions, come spiegano con comprensibile prudenza e razionalità da Trigoria. Ma adesso diventa davvero difficile non provare a guardare ancora più su. L’ultimo ok da Parigi è arrivato mercoledì notte. I Friedkin sono intervenuti in prima persona per sbloccare anche questa trattativa imbastita da Pinto per tre settimane, aiutato dalle «solite» telefonate di Mourinho e la valanga di messaggi inviati dai romanisti a «Gini».

Wijnaldum arriva in prestito gratuito con diritto di riscatto (la Roma non ha mai accettato di inserire l’obbligo) a 8 milioni di euro. Il giocatore ha lasciato dei soldi sul tavolo, prenderà le mensilità di luglio e agosto dal Psg, mentre dai giallorossi guadagnerà 9 milioni di euro lordi fino a giugno. Ovvero il 50% del suo stipendio pieno in Francia. A fine stagione si tornerà a discutere per l’eventuale conferma, che consentirebbe alla Roma di sfruttare i benefici del Decreto Crescita, applicabili solo in caso di trasferimento della residenza fiscale in Italia per almeno due anni. Ieri mattina i Friedkin hanno fatto partire il loro jet privato da Londra, aeroporto di Biggin Hill, con scalo a Rotterdam dove sono saliti a bordo la moglie, il fratello e i quattro figli di Wijnaldum, che ha aspettato la famiglia a Parigi e si è unito alla comitiva sull’aereo, sbarcato infine a Ciampino poco prima delle 18.

Fuori dallo scalo si erano radunati oltre 500 tifosi, tra cori, fomento, attesa e anche parecchio caldo: la società ha distribuito delle bottigliette d’acqua ai presenti. L’olandese è sbucato dalla porta d’uscita con un sorriso pieno e sincero. Divertito dal coro che gli cantavano a Liverpool e ora è sulla bocca di tutti i romanisti, ha firmato un paio di autografi e ringraziato per tanto affetto. Stamattina svolgerà le visite mediche e poi sarà pronto per il primo allenamento in gruppo. Domenica ci sarà anche lui alla presentazione della Roma contro lo Shakhtar, in uno stadio andato già esaurito. Solo il primo di una lista di sold-out assicurati. Per sognare tutti insieme.