Mille e una notte. Mou, corsa alla Mazzone dopo il 2-1 di El Shaarawy

(LEGGO) Dimenticatevi la che manca gli appuntamenti, che fallisce le chance di volare. Questa è la di e dopo un week end di scontri (più o meno) diretti ecco la vittoria da cuori forti che la fa restare al primo posto con e Napoli. Una notte magica quella dell’Olimpico, una bolgia alla fine di una bellissima, stupenda contro un che avrebbe di certo meritato qualcosa in più e che non caso è uno dei serbatoi della Nazionale.

Ma il fattore Special One pesa. Così quando tutto sembrava finito è arrivata la perla al 912; di El Shaarawy, e la folle corsa di sotto la Sud insieme tutta (ma proprio tutta) la squadra. Voglia di vincere quella della che l’ha portata rischiare di perdere. Perché se è vero che ed hanno sfiorato più volte il 21 è altrettanto chiaro che dall’altra parte solo e il hanno salvato i giallorossi. Nel primo tempo i giallorossi partono forte per poi subire il ritorno del che va in con Berardi (ma su fuorigioco di Raspadori) Il vantaggio arriva con furbo sfruttare l’ di Pellegrini. D’azzurro.

Nella una disattenzione porta al pareggio di Djuricic, poi è spettacolo fino alla corsa che ha ricordato quella storica di Carletto Mazzone. Sono tornato bambino sotto la Curva. Fino all’ultimo giorno della mia vita ricorderò che è stata questa la numero 1000 Non volevo una sconfitta, avevo paura di avere questa in mente. Ho mentito tutti. La poteva essere 66, potevano vincere loro 21, negli ultimi Rui ha parato tanto, noi abbiamo sbagliato gol porta vuota. Sono 3 punti importanti, magari ha deciso che non meritavo di avere una memoria brutta delle mie mille partite. proposito: mai aveva iniziato la con 5 vittorie. E ora viene il bello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *