Sfida virtuale tra tifosi per abbonarsi

(IL TEMPO) «Per innamorarsi ancora» è lo slogan della Roma che riapre, per prima in Italia, una campagna dopo le restrizioni per il che hanno svuotato gli stadi. Cogliendo al balzo l’allargamento al 75% della capienza massima appena approvato dal governo – all’Olimpico i posti disponibili saranno ora quasi 50mila – il club giallorosso da stamattina darà la possibilità a vecchi e nuovi di ricomprare una «tessera», ormai smaterializzata e scaricabile sugli smartphone.

L’appuntamento fissato alle ore 11 è di quelli più attesi di sempre per i fedelissimi della Sud. Non tutti potranno infatti confermare il posto acquistato nella campagna 2019/20, l’ultima aperta dalla società che dà diritto alla fino a giovedì mattina quando scatterà la vendita libera, visto che il settore caldo del tifo romanista era tutto esaurito (compresa la Laterale) e adesso un posto su quattro non è vendibile. C’è il rischio concreto che i non bastino a esaudire la richiesta e una volta assegnati tutti quelli disponibili verrà consentito a è rimasto a mani vuote di acquistare un abbonamento nei Distinti Sud allo stesso prezzo della Curva, recandosi presso il punto allestito nei pressi dello stadio su Viale delle Olimpiadi. Con la promessa che, una volta che non ci saranno più limiti di capienza, quegli stessi tifosi potranno tornare a seguire le partite dalla Sud.

Inutile dire che fra i gruppi e fra siede nello stesso posto da anni ci sia qualche preoccupazione, ma in queste condizioni, oggettivamente, alla Roma non si poteva chiedere di più. Nessun problema per gli altri settori dell’Olimpico, vorrà confermare il suo seggiolino potrà farlo da stamattina. Incluse nel prezzo, per tutti, le restanti 15 gare casalinghe di campionato, a partire da quella col di del 24 ottobre, più le due rimanenti di Conference League contro Bodo Glimt e Zorya. Prima di testare l’atmosfera di uno stadio ancora più pieno gli uomini di Mourinho dovranno provare a fare punti nell’Allianz juventino, dove hanno sempre perso tranne in una occasione, peraltro ininfluente a fine campionato.

Oggi la a Trigoria dopo tre di riposo concessi dal portoghese, Zaniolo è pronto a rientrare gradualmente in e non viene considerato a rischio per la sfida di domenica sera. Quanto ai 13 nazionali sparsi in giro per il mondo, tornano subito alla base gli azzurri e e il francese Veretout, poi, via via, sarà il turno di Abraham, Mkhitaryan, Rui Patricio, Diawara, Kumbulla, Shomurodov, Darboe, e Bove. L’ a rientrare l’uruguaiano Viña, atteso nella direttamente alla vigilia della sfida con la Juventus di Allegri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *