E alla fine Tommasi, il sindacalista di Totti, si è preso Verona

(GAZZETTA.IT) Carlo Verdone l’ha fotografato meglio di tutti e l’ha fatto “cor core”, di getto e d’istinto, durante la serie di Prime Video dedicata a lui. Durante una chiacchierata su Roma e sulla Roma con Massimo Ferrero, Carlo sbotta e fa: “Ao’, e ‘na volta è Totti, un’altra è Sensi, un’altra Batistuta, ma vogliamo ricordà Damiano Tommasi? Il più dimenticato di tutti?”. Il “chierichetto” di Trigoria, appena eletto sindaco di Verona con una lista civica appoggiata dal Partito Democratico; il “calciatore operaio” da generazioni, soprannome portato avanti con orgoglio, perché dopo un brutto infortunio subito con lo Stoke ha percepito uno stipendio base da 1.500 euro.

(ARTICOLO ORIGINALE)