L’Helsinki va ko

(LA REPUBBLICA) Dal cartellino rosso a Tenho, che ha cambiato il volto della partita, al semaforo verde del sindaco al progetto del nuovo stadio: l’Olimpico è stato teatro di una notte significativa per la Roma di Mourinho e della famiglia Friedkin. Primo successo stagionale in Europa League contro l’Helsinki (3 a 0) e il tanto atteso annuncio di Gualtieri sul nuovo impianto che sorgerà a Pietralata.

E pensare che la serata non sembrava promettere nulla di buono, con la Roma in grado di sprecare molte occasioni da gol nella prima frazione di gioco, nonostante la superiorità numerica ottenuta dopo il rosso al capitano finlandese. Poi, nella ripresa, ci ha pensato il subentrante Dybala, al suo secondo pallone toccato, a sbloccare la gara ed aprire le danze della goleada giallorossa (a segno anche Belotti).

Un successo importante che rimette in gioco la Roma, ora seconda nel girone alle spalle del Betis, prossimo avversario di coppa qui all’Olimpico. L’impianto capitolino, che ancora una volta ha fornito un colpo d’occhio da semifinale di Champions League, con 60193 spettatori presenti.