Tokyo abbraccia la Roma

(IL TEMPO) È iniziata a suon di «daje» in un giappo-romano molto divertente la toruneé della Roma in Giappone. Neanche il tempo di atterrare che c’è stato subito un bagno di folla a «Casa Roma», il quartier generale giallorosso situato nel quartiere Shibuya a Tokyo. Una vetrina di tutto ció che è il mondo Roma, tra trofei e magliette, aperta ai tifosi dove ogni giorno si potranno fare foto e autografi con i calciatori. Ieri si sono visti Spinazzola e Mancini, oggi sarà il turno di Bove, Celik, El Shaarawy e Ibanez. Una tourneé piena di appuntamenti con gli sponsor, ma anche di parole. Si è partiti questa notte con la conferenza stampa di Mourinho, e si continuerà questa mattina con l’intervento di Tiago Pinto, Abraham e Volpato al Foreign Correspondents’ Club of Japan. Tra branding, marketing e occhiolini ai global partners, quella della Roma sarà una full immersion nella terra del Sol Levante dove a margine ci sarebbe anche il campo.

Ieri c’è stato un semplice risveglio muscolare in albergo, ripreso dalle telecamere social di Mourinho, mentre nella notte italiana la squadra ha svolto il primo allenamento. E poi ci sarà il campo, con la prima amichevole in programma domani alle 11.30 italiane contro il Nagoya Grampus. Un’occasione questa della tourneé più simile ad un team building stile multinazionale che momento in cui introdurre novità tattiche o effettuare richiami di preparazione. Un modo per fare gruppo e ricostruire, tutti insieme, quella leggerezza e tranquillità un po’ svanita nelle ultime settimane. Per far sì che Abraham si metta alle spalle gli umori negativi degli ultimi mesi o magari per il clan «azzurro» di fare quadrato e spingere la ripartenza di tutta la squadra. Certamente sarà un’occasione per i giovani Tahirovic, Missori, Keramitsis e Cherubini di entrare ancor di più nelle dinamiche della prima squadra e ritagliarsi uno spazio nella seconda parte di stagione.

Visto che, a detta di Josè Mourinho, saranno loro i nuovi acquisti del mercato di gennaio. Insieme a Ola Solbakken, diventato ufficialmente un nuovo calciatore della Roma. Dopo la tappa romana il norvegese è ripartito per un supplemento di vacanze e spera di darsi appuntamento con i nuovi compagni già a metà dicembre, giorno della partenza per il ritiro in Portogallo. Si attende solo il nulla osta del Bodo. Sul fronte cessioni la Roma spera che le ottime prestazioni di questo inizio stagione di Justin Kluivert possano tramutarsi in un’offerta del Valencia. Gattuso se ne è innamorato e vorrebbe trattenerlo con sé. La voglia c’è, i soldi meno. I 15 milioni del diritto di riscatto sono troppi per gli spagnoli, ma a 10 si potrebbe chiudere.